“Che bello” un libro per bambini, ma non solo

505

“Che bello” è un libro dell’autore francese Philippe Delerm (classe 1950 e professore di lettere) catalogato come libro per bambini.

Sicuramente è un ottimo regalo per i vostri figli, nipoti o figli di amici, ma non relegatelo alla libreria dei bambini.
Come recita il retro di copertina della mia consumata ed amata copia del 1999 edita da Salani:
“I lettori bambini di questo libro impareranno a fare attenzione ai loro piccoli piaceri, mentre i lettori adulti impareranno a rispettarli, scoprendo che i piaceri dell’infanzia sono in fondo sempre gli stessi. […] Un libro che insegna a fermarsi, ad assaporare, a ricordare.”

Il titolo del libro dice già tutto:
“Che bello fare i compiti sul tavolo della cucina e altri minuscoli piaceri”
“Che bello”, infatti, descrive venti minuscoli piaceri dell’infanzia, tra i quali quello di alzarsi per primi, il piacere di comprare le caramelle dal panettiere, il rito della recita di fine anno, l’emozione della prima partita a bowling.
Philippe Delerm, nonostante abbia scritto il libro già in età adulta, riesce a descrivere in modo fedele le sensazioni infantili facendo rivivere al lettore le stesse emozioni.

In un’era in cui i bambini imparano a usare tablet, smartphone e pc prima di imparare a parlare o a reggere un cucchiaio in mano, un libro come questo sembra retrò, ma forse proprio per questo motivo andrebbe regalato ai bambini: per donargli, insieme al libro, la capacità di guardare alle piccole cose, quelle che rendono davvero speciale una giornata.

Anche per noi adulti, però, questo libro ha una lezione da impartire.
Quante volte ci dimentichiamo com’era essere piccoli?
Quante volte ci sembra di vivere sempre così di corsa da non gustarci nulla?
“Che bello” ci ricorda cosa di faceva spalancare la bocca e sgranare gli occhi da bambini, ma non solo… ci insegna che la vera felicità sta nello stupirsi e nel godersi quei piccoli momenti apparentemente insignificanti, ma che possono essere piacevolmente meravigliosi.

Il mio consiglio è di leggerlo in poltrona, con una coperta e una tazza di cioccolata o di tè fumante… visto che la stagione autunnale è perfetta per leggere.