Come superare la crisi dei 7 anni

669

Che cos’è la crisi dei 7 anni?

Il mito della crisi dei 7 anni spaventa molte coppie, si pensa infatti che tutti i problemi di una relazione arrivino al loro apice ed espoldano al settimo anno dall’unione.

La routine può mettere a dura prova rapporti duraturi, il cui traguardo è per molti irragiungibile (diciamolo!), ma come riuscire a valorizzare una relazione che dura nel tempo, di fronte a mutamenti ed evoluzioni che ci sembrano incomprensibili? Innanzitutto cercare di riconoscere i primi campanelli d’allarme.

Per chi non conoscesse questa leggenda metropolitana e si é trovato impreparato ad affrontarla ecco alcuni sintomi per riconoscerla e cercare di prevenire una crisi:

  • Insofferenza e fastidio nei confronti del partner: qualsiasi cosa faccia, ogni suo gesto, probabilmente anche ogni suo tenativo di “venire incontro” all’altro verrà visto con avversione
  • Pensare al singolare: abituarsi a gestire le proprie giornate ed il proprio tempo libero autonomamente, ragionando da “single”
  • Nessun rapporto sessuale: anche in questo caso, sebbene talvolta subentrino stress lavorativo e periodi di stanchezza, l’astensione dal sesso é un chiaro sintomo di chiusura e di rifiuto di comunicare con l’altro
  • Sferzate pungenti, dirette a ferire il compagno, proprio nei suoi punti deboli: anche questo è un sintomo di malessere nella coppia

Senza prendersi in giro bisogna accettare la crisi e prendere atto che l’unico modo per superarla è volerlo, volerlo da entrambe le parti. Solo in questo modo si può salvare una relazione. Magari concentrandosi su un nuovo progetto, o a piccoli passi, ma sopratutto attraverso un reale reciproco desiderio di collaborazione.

Ogni coppia troverà il suo modo per ristabilire un equilibrio, ricominciando a comunicare e ad aprirsi all’altro. Con molta pazienza e tanta volontà ogni crisi potrà essere superata.

Foto Credits