Giochi di ruolo: un mondo non solo per uomini

E’ spesso visto come prettamente rivolto a un pubblico maschile, ma in realtà le donne che vi si cimentano sono molte più di quante si possa immaginare: andiamo alla scoperta del mondo dei giochi di ruolo.

Il gioco di ruolo (abbreviato GDR o RPG dall’inglese role-playing game) è un gioco in cui i giocatori interpretano uno o più personaggi dandogli vita attraverso azioni, conversazioni e tratti della personalità.
Esistono veramente tantissimi giochi di ruolo e si dividono principalmente in giochi di ruolo online e giochi di ruolo da tavolo.

I giochi di ruolo online

I giochi di ruolo online possono essere versioni online dei giochi di ruolo da tavolo oppure videogiochi di ruolo.
Nei giochi di ruolo da tavolo, giocati online, i personaggi comunicano tramite chat per costruire la storia, mentre nei videogiochi di ruolo la storia è generalmente già costruita e i giocatori contribuiscono a portare avanti l’avventura; di questa seconda categoria fanno parte anche i famosi MMORPG (dall’inglese Massively Multiplayer Online Role-Playing Game).
A differenza dei giochi di ruolo da tavolo, quelli online sono meno personalizzabili e il giocatore non ha bisogno di recitare il proprio personaggio in modo completo.

I giochi di ruolo da tavolo

I giochi di ruolo da tavolo (quelli che si giocano dal vivo) sono la versione più classica e più immersiva.
Per iniziare a giocare di ruolo generalmente bastano un set di 7 dadi diversi (un dado da 4, uno da 6, uno da 8, uno da 0-9, uno da 12, uno da 20 e infine un dado percentuale) e il manuale del gioco che spesso si trova in versione pdf scaricabile online in modo gratuito o che si può condividere con il proprio gruppo di gioco.
Si può arricchire l’esperienza con delle mappe e delle miniature che rappresenteranno i giocatori e i mostri per rendere più visivo il gioco.
Il gruppo di gioco è composto da un minimo di 2 giocatori (ma un gruppo più numeroso sarà certamente capace di rendere il gioco più interessante e movimentato) e un GameMaster: ovvero colui che crea l’inizio dell’avventura, ovvero l’obiettivo del gruppo di giocatori, e conduce il gioco mettendo degli ostacoli e dei mostri sulla strada per l’obiettivo del gioco.
Le sessioni di gioco possono durare molte ore o addirittura essere portate avanti a più riprese per mesi, finchè l’obiettivo non venga raggiunto o i giocatori sconfitti.
Il più famoso e longevo gioco di ruolo di tutti i tempi è senza dubbio Dungeon & Dragons, dal quale è stato poi creato anche Pathfinder (simile ma rivisitato in chiave più semplice per chi vi si accosta per la prima volta), citato in tantissimi film e serie tv, come ad esempio Stranger Things, che molti appassionati paragonano a una enorme sessione di Dungeon & Dragons.

Insomma, quello dei giochi di ruolo è un mondo affascinante e creativo, adatto anche alle donne, quindi perchè non provare?

 

Photo credits