Lenti a contatto: guida all’acquisto e all’utilizzo

Che tipologie di lenti a contatto esistono in commercio? 

In commercio è possibile trovare diversi tipi di lenti a contatto.
La prima differenza da tenere da conto è quella tra lenti semi-rigide e lenti morbide.
La differenza sta nella consistenza propria della lente che appare, perciò, al tatto più rigida o più morbida.
Come scegliere? Generalmente le lenti semi-rigide sono consigliate a chi si avvicina per la prima volta alle lenti a contatto poichè rendono un pò più semplice l’applicazione e la rimozione per i meno esperti. Le lenti morbide al contrario richiedono un pò più manualità nell’applicazione, ma sono molto più confortevoli addosso.
La scelta migliore è quella di iniziare con lenti semi-rigide e poi, una volta presa la mano, passare a quelle morbide.
La seconda differenza sta nella durata delle lenti.
Le lenti sono principalmente di tre tipi: giornaliere (usa e getta), settimanali o bi-settimanali e mensili.
Le lenti giornaliere si indossano al mattino e la sera vanno buttate via, mentre le altre vanno conservate con dei liquidi speciali durante la notte e possono essere riutilizzate per il tempo prescritto sulla confezione.